L’Istituto

L’Istituto Comprensivo Statale Polo 2 Borgo, istituito il 1 settembre 2000, nasce dall’unione della Scuola Elementare e dell’Infanzia 1° Circolo con una parte della Scuola Media “Emanuele Barba”. E’ ubicato in una austera costruzione dell’inizio del ‘900, che occupa un intero isolato in una zona centrale e della città nuova (Gallipoli Borgo). Fiancheggia la principale strada cittadina (corso Roma) ed è prospiciente piazza Carducci, su cui si affacciano i tre portoni d’ingresso della sede centrale.
Dal 1 settembre 2011, in seguito al piano di ridimensionamento della rete scolastica cittadina, aggrega il plesso scolastico “Santa Chiara”, ubicato nel centro storico e comprendente: Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado.
Dal 1° settembre 2014, in seguito ad un ulteriore piano di ridimensionamento, aggrega il plesso scolastico “Via Foscolo” – “Via Arene”, ubicato nella zona sud della città e comprendente: Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ad
indirizzo musicale. Dal 7 gennaio 2016 il plesso di via Foscolo- via Arene è stato trasferito nell’edificio scolastico sito in via Milano.
Attualmente, dunque, l’Istituto Comprensivo Polo 2
Borgo è costituito da tre plessi – Piazza Carducci, Via Milano e Santa Chiara – ospitanti, ciascuno, tutti e tre i gradi di istruzione del I ciclo.

Essere creativi significa in primo luogo fare qualcosa di insolito…
D’altra parte, per quanto insolita,
l’idea deve essere abbastanza logica perché la gente possa prenderla sul serio
Howard GARDNER

In tutti e tre i settori formativi dell’Istituto Comprensivo la pratica didattica prevalente è volta ad offrire soprattutto opportunità, stimoli, definire situazioni di apprendimento che favoriscano la costruzione delle conoscenze da parte degli stessi alunni. Realizzare percorsi di didattica laboratoriale, sia nelle classi, sia nelle aule attrezzate dei laboratori; progettare percorsi di apprendimento cooperativo ed in situazione, consente di rendere gli alunni protagonisti del proprio sapere, di porli al centro dell’azione educativa, di tener conto della singolarità e della complessità di ciascuno di loro, al fine di promuovere lo sviluppo di una consapevolezza e di un senso di responsabilità che consenta lo sviluppo di competenze chiave necessarie a comprendere i contesti socio-culturali nei quali gli alunni dovranno vivere e operare.

Il Dirigente Scolastico, inquadrato nella dirigenza dello stato (Area V della Dirigenza), è (decreto legislativo n. 165/01, art.25) “responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare il Dirigente Scolastico organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia ed è il titolare delle relazioni sindacali”. Il “Preside”, prima quasi primus inter pares, è stato trasformato in Dirigente Scolastico con l’autonomia scolastica concessa negli ultimi anni ha ricevuto maggiori responsabilità e soprattutto una veste nuova. Il Dirigente controlla le risorse finanziarie concesse dallo Stato alla scuola a lui affidata, e deve fare periodicamente resoconto del bilancio al Consiglio d’Istituto. È sua la firma sotto ogni circolare o documento emesso dalla scuola, e di conseguenza è anche sua la responsabilità su ciò che i documenti dicono. In sostanza, col tempo sta avendo sempre più le funzioni di un normale dirigente d’azienda. Ai Dirigenti Scolastici spetta lo svolgimento di numerosi e peculiari incarichi aggiuntivi tra i quali la presidenza delle commissioni giudicatrici degli esami di stato del primo e del secondo ciclo, la presidenza di commissioni di concorso a cattedre, la reggenza di ulteriori istituti scolastici, la direzione delle attività connesse all’educazione degli adulti e alla terza area degli istituti professionali, la direzione di corsi di formazione per il personale. Per i suddetti incarichi spettano al dirigente indennità aggiuntive, fatta eccezione per l’incarico di presidenza delle commissioni giudicatrici degli esami di stato del primo ciclo (ex esami di licenza media). Tale incarico, pur essendo obbligatorio e aggiuntivo, non comporta compensi né alcun rimborso spese.

Dove siamo

logoIstituto Comprensivo Polo 2 Gallipoli

Ufficio Relazioni Pubblico

p. Carducci, n. 3 - 73014 Gallipoli (LE)
Tel.: +39 0833 263102
mail: LEIC879007@istruzione.it
PEC: LEIC879007@pec.istruzione.it
Codice meccanografico: LEIC879007
Codice fiscale: 91012530753
Fatturazione elettronica: UF7R05

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.3 (Venus)

AVVISO

Si comunica che, a far data dal 20 marzo 2020 e fino alla cessazione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, le attività amministrative in presenza di questo Istituto sono sospese.
Per comunicazioni, si prega di inviare una mail all’indirizzo istituzionale leic879007@istruzione.it – leic879007@pec.istruzione.it oppure contattare il n. 379/1872488, dal lunedì al sabato, dalle ore 8:00 alle ore 13:00.

D.L. 18 del 17 03 2020. Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19